domenica 6 novembre 2011

2

Tratto da "Playbeppe ... sempre di corsa"

di Beppe BolliniP1150406
A volte non basta la più sfrenata delle passioni a spiegare certe cose; così ieri sera in barba ai soliti buoni propositi di riposare, ma soprattutto in barba alla pioggia incessante che cade ormai da diversi giorni, mi sono messo in auto per andare ad iscrivermi al “mini Trail delle Terre di Mezzo”
34km e 970mt D+ per il Trail vero e proprio, “soli” 14km e 400mt D+ per il mini. Entrambi ricavati quasi esclusivamente fra i boschi e i prati che attraversano i comuni di Casale Litta, Daverio, Azzate, Sumirago e Mornago.
Anche stamattina acqua a catinelle, che non ha però scoraggiato i circa 500 atleti che tra trail e mini-trail si sono presentati al nastro di partenza: fra loro anche atleti di alto livello come ad esempio il nazionale di specialità Giuliano Cavallo o l’emergente Stefano Ruzza.
Alle 9.00 il via della gara da 34km mentre mezz’ora più tardi è la volta di quella da 14km, la mia. Pronti via è Luca Ponti a prendere il comando delle operazioni, con Manuel Beltrami che si porta immediatamente al suo fianco, nella loro scia ci sono io a mia volta tallonato da Claudio Fontana.
Sulla prima dura asperità, fra le pendenze, i ciottoli e le foglie bagnate il buon Claudio Pilotti che faceva da apripista in bici si è visto letteralmente sverniciare dai primi atleti, a cui altro non ha potuto fare che indicare a voce la strada da imboccare poco più avanti!
Su queste prime rampe Ponti allunga leggermente, Beltrami perde terreno mentre io in compagnia di Fontana provo a resistere al forcing del forte portacolori del G.P. Gazzada Schianno.
Allo scollinamento Luca ha guadagnato non più di 20 metri ma adesso c’è da affrontare il tratto in discesa…
Quando la strada scende non c’è niente da fare: Fontana mi passa a doppia velocità, in 100 metri me ne guadagna 50, tanto da riuscire a rientrare anche su Ponti!
Fra salite, discese e suggestivi passaggi in luoghi davvero stupendi, l’andamento della gara non cambia: Ponti allunga in salita e Fontana guadagna in discesa…
insomma, ho il mio bel da fare per tentare di restare nella scia dei 2 battistrada…
Finalmente arriviamo all’ultimo chilometro, intravedo il gonfiabile del traguardo e in mezzo agli incitamenti dei tanti amici presenti taglio il traguardo in 3a posizione, col tempo di 1h02’11” per coprire i 15,15km rilevati al mio GPS.
P1150416
P1150403
A vincere il minitrail è invece Luca Ponti (G.P. Gazzada Schianno), che ferma il cronometro in 1h00’21’, 2° posto per il coriaceo Claudio Fontana (Runners Valbossa) in 1h01’28”, chiude il podio Giuseppe Bollini (dove osano le aquile) -ndr che poi sono io!!- in 1h02’11”; poi nell’ordine: 4° Manuel Beltrami in 1h04’40” e 5° Biagio Cantisani in 1h05’48”.
In campo femminile vittoria per Cinzia Passera (Runners Valbossa) in 1h11’56”, 2° posto per Lorenza Di Gregorio (Runner Varese) in 1h13’47” chiude il podio Giuliana Novati (Atletica 3v) in 1h18’29”; poi nell’ordine 4a Rita Grisotto in 1h22’25” e 5a Maria Luisa Morelli in 1h23’35”.
P1150534P1150586Nel trail lungo invece è Giuliano Cavallo (Team Salomon) ad imporsi in 2h28’33”, 2° posto per un super Maurizio “Rambo” Mora (Runner Varese) a pochi secondi dal vincitore in 2h28’36”, chiude il podio un altro atleta Varesino: Alberto Pini (Runner Varese) 3° in 2h30’23”.
In campo femminile a tagliare per 1a il traguardo è Giovanna Cavalli (Runners Bergamo) in 3h00’04”, 2a piazza per Giuliana Arrigoni (3 Life) in 3h02’56”, chiude il podio Patrizia Pensa (Team Tecnica) in 3h03’41”; poi nell’ordine: 4a Simona Molteni in 3h08’40”, 5a Cristina Grassi in 3h17’29”.
Angotzi Dopo le fatiche della gara tutti nella struttura adiacente la palestra per gustare una graditissima polentata con salamino, zola, birra e un’ottima crostata, il tutto allietato dalla buona musica suonata da Montalbetti e dal mitico Lele Angotzi!
Di solito non mi piace dare i voti, ma questa volta i Runners Valbossa meritano proprio un bel 10! Ottima gara, organizzata fin nei minimi particolari, che in futuro non potrà che crescere e diventare un vero e proprio must del genere.

2 commenti:

  1. Bollini sei proprio un "b.. maledetto"

    Con amicizia
    "lo sverniciato d'Azzate"

    RispondiElimina